Denti e alimentazione: alcune “dritte” sull’igiene orale

Tutti sanno che lo zucchero fa male ai denti perché provoca la carie. E tutti si sono sentiti dire, almeno una volta nella vita “corri a lavarti i denti, che hai mangiato dolci!”. Gli zuccheri, infatti, vengono fermentati dai batteri presenti nella nostra bocca, con la conseguente produzione di acidi, che sono il primo passo verso la formazione della carie. Quindi, il consiglio delle nostre nonne rimane sempre, in linea di massima, valido ma…

Proprio in questa stagione, troviamo dai nostri fruttivendoli una grande varietà di meravigliosa e golosa frutta e la stagione primaverile, che purtroppo quest’anno tarda ad arrivare, unitamente alla disponibilità nel mercato, invoglia il consumo di questo genere di alimento. Sicuramente la frutta rientra negli alimenti salubri, importanti fonti di sali minerali e vitamine, ma forse non tutti sanno che correre a lavarsi i denti dopo aver fatto uno spuntino di questo tipo, non solo non è così pressante (visto il ridotto quantitativo di zucchero nella frutta stessa), ma è anche addirittura dannoso. Questo perché la frutta è un alimento che contiene acidi, sia pur in quantità variabili. L’acido è in grado di demineralizzare lo smalto, quindi correre a spazzolarsi i denti subito dopo aver fatto uno spuntino a base di frutta è dannoso, perché all’azione chimica dell’acido si aggiunge l’azione meccanica dello spazzolino, che favorisce l’effetto demineralizzante. Aspettare un congruo lasso di tempo (circa 30 minuti) prima di spazzolarsi i denti è conveniente, perché consente alla nostra saliva di “lavare via” l’acido che abbiamo introdotto con la frutta, e anche di remineralizzare lo smalto superficiale, che si era disgregato. Basta pensare all’effetto che potrebbe avere un acido versato su una superficie di marmo, che poi viene spazzolata con cura, confrontato all’effetto della stessa sostanza versato sulla medesima superficie e poi sciacquata via. L’azione corrosiva, in quest’ultimo caso, è sicuramente meno importante. In più, nei nostri denti, c’è anche una seconda fase, diciamo rigenerativa, data dalla remineralizzazione dello strato superficiale dello smalto.

Quindi, assolutamente sì consumare frutta e verdura, ma non correre a lavarsi i denti subito dopo aver fatto questo tipo di spuntino.

E se non abbiamo modo di lavarci a distanza di tempo? E se io alla mattina faccio colazione con succo di frutta, spremuta d’arancia, un cestino di fragole o altri alimenti acidi? Poi non posso lavarmi i denti? E se devo correre a lavorare?

La risposta è semplice: basta lavarsi i denti prima di fare colazione.

Anche perché, lavandoci accuratamente i denti eliminiamo la placca batterica dalle superfici dello smalto, quindi non c’è l’elemento fondamentale, costituito dall’insieme dei batteri, che assieme all’azione dell’acido (ma in tal caso prodotto da loro stessi) provoca la carie nei denti.

E proprio chi è zelante, chi si lava i denti accuratamente, a lungo, spazzolando con cura e utilizzando correttamente il filo, è sicuramente al riparo da carie, ma esposto al rischio di demineralizzare lo smalto danneggiando i denti, se non rispetta i tempi di attesa dopo l’assunzione di alimenti acidi.

© 2018 Poliambulatorio Odontoiatrico
Dir. Sanitario dr. Alessandro Buso Odontoiatra
Aut. Reg. n. 000069 del 03-06-2004

P.IVA 02157250271
Privacy Policy

Powered by VISYSTEM